<<Eppur si muove>>

ogni sabato... ECCETTO SABATO 12 DICEMBRE. SCOPRI PERCHE'

"Giovanni Balzaretti e il suo Teatro Agricolo" - Opens internal link in current windowCLICCA QUI

"Alle radici di Livorno" - Associazione Livorno com'era - Opens internal link in current windowCLICCA QUI

"E poi uscimmo a riveder le stelle..." a cura di ALSA - Opens internal link in current windowCLICCA QUI

Eccezionalmente, la rubrica Eppur si muove non sarà attiva sabato 12...stiamo lavorando per il ventesimo compleanno della Sala del Mare! Vi aspettiamo mercoledì 16 dicembre per una grande puntata della rubrica #Musmedstories!

------------------------------------------------

Pensavamo con maggio di aver oltrepassato il tunnel, dopo una primavera nera. E invece, dopo la tregua estiva, ci troviamo di nuovo ad affrontare il virus e tutto quello che comporta, oltre ai rischi per la salute: la socialità mutilata, l'economia in ginocchio, la capacità di resistenza psicologica messa a dura prova. E sentiamo dire, purtroppo da molte fonti, anche ufficiali, che la cultura e tutto quello che essa genera non possono essere considerati “beni primari”: insomma, in fondo, per dirla con un famoso uomo politico, “con la cultura non si mangia”, e quindi è necessario sacrificarla sull'altare della necessità per evitare che possa contribuire al diffondersi della pandemia...

Inutile dire che noi non ci stiamo. Anzi, mai come adesso bellezza, conoscenza, arte e musica risultano essere vitali per la sopravvivenza. A differenza dei primi mesi dell'anno, quando la pandemia ci aveva colto di sorpresa, adesso siamo provati da un lungo periodo di cifre allarmanti, di curve epidemiologiche, di posti letto in terapia intensiva mancanti, nonché di crolli economici e psicologici che stanno dando vita anche ad esplosioni di rabbia sociale sempre più preoccupanti.

L'uomo non è solo ciò che mangia.

E proprio per questo anche le istituzioni culturali sono chiamate a dare il loro contributo. E se non possiamo darlo “live”, attraverso le nostre iniziative, i nostri eventi, le nostre sale espositive, le nostre mostre, siamo chiamati ora più che mai ad utilizzare l'unico spazio sociale consentito: il web.

Ecco quindi che abbiamo pensato di proporvi, a partire da sabato 14 novembre, una nuova rubrica intitolata come il famoso motto galileiano: uno spazio virtuale denso di proposte e di materiali, sia testuali sia audio-video, nel quale il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo e molte Associazioni che animano da anni la scena culturale della nostra città interagiranno con i cittadini portando tutta la loro esperienza ed il loro amore per la cultura.

Ci auguriamo che il nostro piccolo contributo sia d'aiuto in questo periodo difficile e che anche voi cittadini vogliate far parte di questo nostro progetto, interagendo con le nostre iniziative.

Perchè l'Uomo non smetta mai di essere Uomo con la U maiuscola anche quando tutto intorno vorrebbe far credere il contrario.